top of page

Le Allergie da allergeni inalanti


Donna che si soffia il naso in un campo di fiori

Le allergie da allergeni inalanti, anche conosciute come allergie respiratorie, sono reazioni anomale del nostro sistema immunitario alle sostanze respirate nell'atmosfera. 


Queste reazioni possono causare sintomi fastidiosi come tosse, starnuti, occhi pruriginosi, naso chiuso e respiro affannoso, ma anche gravi come l'asma bronchiale, la rinite allergica, la sinusite e l'orticaria. Gli allergeni inalanti sono sostanze che si trovano nell'aria e che il nostro sistema immunitario riconosce come estranee e pericolose. Uno dei principali allergeni inalanti è il polline, soprattutto in primavera ed estate, responsabile della rinite stagionale o allergica. Altri allergeni includono gli acari della polvere, presenti nelle nostre case e nei nostri materassi, i peli degli animali domestici, come i cani e i gatti, e la muffa che si trova nelle zone umide delle abitazioni. L'esposizione agli allergeni inalanti può causare diversi sintomi respiratori che spesso si manifestano in modo stagionale o ciclico, o che possono essere presenti tutto l'anno.


Le Misure preventive

Per evitare le allergie da allergeni inalanti, è possibile prendere alcune misure preventive. Ad esempio, è importante mantenere l'ambiente domestico pulito e aerato, rispettando alcune regole come ridurre al minimo la polvere in casa, evitare peli di animali domestici, lavare frequentemente i tessuti esposti all'aria, come tende e copriletti. È anche importante evitare l'esposizione a sostanze irritanti come il tabacco, prodotti chimici e sostanze inquinanti. 


Per il trattamento dei sintomi allergici da allergeni inalanti, esistono diverse possibilità terapeutiche come gli antistaminici, farmaci che lavorano sui sintomi dell'allergia; i broncodilatatori e gli steroidi inalatori che aiutano a curare i sintomi dell'asma bronchiale. Inoltre, l’immunoterapia specifica per allergia prevede l'utilizzo di dosi progressive di allergeni per attivare in modo graduale il sistema immunitario al fine di costruire una resistenza contro determinati allergeni, riducendo così i sintomi tipici dell'allergia.


Le allergie inalatorie pediatriche sono simili a quelle dell'adulto, ma ci sono alcune differenze importanti. In primo luogo, i bambini tendono ad avere una maggiore prevalenza di altre forme di allergie, in primis alimentari. In secondo luogo, i sintomi dell'allergia inalatoria nei bambini possono essere diversi da quelli degli adulti. Ad esempio, i bambini possono manifestare più frequentemente sintomi come la congestione nasale e l'orticaria, mentre gli adulti possono avere maggiori problemi respiratori. Inoltre, i bambini possono avere una maggiore suscettibilità alle infezioni respiratorie, che possono aggravare gli eventuali sintomi allergici.


L'antistaminico per allergia è disponibile sia in compresse che in spray nasali e colliri. Le prime contrastano prurito, starnuti e naso che cola, gli spray ed i colliri agiscono invece sulla congestione, sul naso che prude e sul gocciolamento postnasale e sull’arrossamento e lacrimazione oculare.

Concedersi un sufficiente numero di ore di riposo notturno permette di ridurre l'entità dei sintomi allergici. Un frequente lavaggio nasale con acqua fisiologica, come per i bambini, può realmente aiutare a ridurre la congestione nasale e lavare via muco e allergeni, responsabili dell'irritazione della mucosa.

27 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page