top of page

Antizanzare per neonati e bambini: quali utilizzare?

Per tenere lontane le zanzare si utilizzano solitamente prodotti repellenti dall’odore sgradevole sotto forma di spray, creme e lozioni. Ci sono in commercio prodotti di ogni tipo, formulati a seconda della potenza repellente, della pelle e dell’età, inoltre si può scegliere tra prodotti chimici e naturali. Per i più piccoli, però, non basta scegliere un antizanzara qualsiasi: è importante essere ben informati in modo da evitare qualsiasi forma di tossicità, anche lieve.

Mamma e bimbo con spray antizanzare

Ecco un piccolo schema che, in base all’età, individua la soluzione migliore:⁣


Da zero a tre mesi.

Meglio non usare nessun prodotto ad azione repellente. Ti consiglio di utilizzare solo delle cosiddette barriere fisiche come zanzariere, stoffe e veli che evitano l’ingresso delle zanzare

Da tre mesi a due anni.

Per questa età sono indicati i prodotti contenenti una minima percentuale di citrodiolo. La percentuale indicata va dal 30% al 50%. Questi prodotti, pur garantendo una protezione medio-bassa, sono i più indicati per questa fascia di età. Un esempio sono i cerotti, i braccialetti antizanzara e le salviettine imbevute a base di citronella

Da due anni a dodici anni.

Per i bambini di questa età si possono applicare dei repellenti a base di icaridina con una percentuale che va dal 20% al 30%.⁣

Ragazzi sopra i dodici anni

Il repellente più efficace in questi casi è quello che contiene il DEET. Un principio attivo contenuto nei repellenti più famosi in commercio.⁣

Spray, stick o cerotti, salviettine, lozioni e roll-on.

Sono questi i formati più diffusi in commercio.

Ciò a cui bisogna stare attenti è l’assenza di ammoniaca e parabeni all’interno degli ingredienti



30 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page