top of page

Il ruolo della Farmacia Defilippo nei servizi per l'assistenza al paziente cefalgico

La cefalea è un disturbo molto comune che colpisce molte persone in tutto il mondo. Ci sono molte cause diverse di cefalea, tra cui lo stress, l'ansia, la stanchezza eccessiva e persino la postura scorretta.


La cefalea può essere il sintomo di molte malattie e a volte può essere difficile capire quando ci si deve preoccupare. Ad esempio, la cefalea può essere causata da un'emicrania, da un'ipertensione arteriosa o da un'infiammazione dei seni paranasali. Tuttavia, se la cefalea è grave, si verifica improvvisamente o è accompagnata da altri sintomi come la febbre, la perdita di coscienza o la difficoltà di parola, è importante consultare un medico immediatamente. In alcuni casi, la cefalea può essere il sintomo di una malattia più grave come un ictus o un tumore cerebrale e solo una diagnosi tempestiva può garantire il miglior trattamento possibile.

Dagli studi emergono forti problemi di qualità di vita e di comorbilità di questo gruppo di pazienti, oltre notevoli costi sociali diretti e indiretti.

I pazienti con cefalea cronica quotidiana rappresentano tra il 40 e il 60% dei casi che si riferiscono ai Centri Cefalee di II e III livello; tra questi è riscontrabile in un numero rilevante di casi un abuso di farmaci, insieme a una frequenza pressoché doppia di associazione con disturbi dello spettro depressivo-ansioso e altre comorbilità somatiche.


Il contributo che la farmacia Defilippo può dare ai pazienti o ai soggetti a rischio può esprimersi su più fronti:


Informazione sul corretto utilizzo dei farmaci e sugli stili di vita salutari

Si tratta di una funzione fondamentale posto che l’Italia è il primo Paese in Europa per consumo di antidolorifici da banco, con circa 80 milioni di confezioni annue acquistate dai cittadini; un dato che può nascondere un uso non sempre appropriato di tali medicinali e un elevato rischio di effetti collaterali o di cronicizzazione delle patologie. Aiutare i pazienti a utilizzare al meglio questi medicinali è un passaggio fondamentale per attenuare l’impatto delle cefalgie, se si considera che il 10% dei pazienti affetti da cefalea soffre di cefalea da uso eccessivo di farmaci. Anche l’educazione a corretti stili di vita e a una alimentazione sana attraverso la farmacia può contribuire positivamente alla prevenzione e al miglioramento della qualità della vita dei cittadini;


Monitoraggio dell’uso dei farmaci

Sempre nell’ottica di favorire un utilizzo corretto dei medicinali e ottimizzare gli effetti terapeutici è fondamentale l’attività di controllo e monitoraggio dell’assunzione dei medicinali da parte dei pazienti. La mancata aderenza alle terapie è spesso una delle cause che comportano un peggioramento delle condizioni di salute dei pazienti, oltre che costi aggiuntivi per il sistema sanitario che, a fronte dell’aggravamento della patologia, deve poi farsi carico di interventi terapeutici più onerosi ;


Informazione e orientamento dei pazienti

La farmacia, in quanto presidio territoriale integrato nella rete delle strutture sanitarie locali, è in grado di svolgere una efficace funzione di informazione e orientamento dei pazienti, indirizzandoli, sulla base delle loro segnalazioni o richieste di “aiuto”, ai centri specialistici presenti nell’area di riferimento. La farmacia può contribuire così ad abbreviare i tempi del ricorso allo specialista, evitando il peggioramento della situazione o la cronicizzazione del dolore.


Affinché la farmacia possa svolgere nel modo più efficace tutte queste attività è fondamentale la sinergia con i medici di medicina generale, con gli specialisti e con le ASL, al fine di creare appunto una rete di assistenza coordinata, in grado di supportare e indirizzare al meglio i pazienti.



60 visualizzazioni0 commenti

Comments


bottom of page